anguria biciclette

Nutrizione Olistica

Non serve un mondo nuovo, solo occhi nuovi per vedere il mondo [M. Proust].

Il desiderio di conoscenza e la soddisfazione genuina della scoperta hanno da sempre guidato la curiosità dell’Uomo. Questa ricerca instancabile ci parla delle necessità che abbiamo per sentirci sani e appagati, ed è subito chiaro che non si tratta solo di cibo.


Dunque è fondamentale capire qual è il migliore carburante per alimentare il corpo e quali strategie sviluppano le potenzialità della mente, al fine di evolvere nel complesso come persone complete.


La comune concezione di salute in genere minimizza la vera condizione di benessere psicofisico che potremmo raggiungere. Il paragone che uso è dei veicoli Fiat: siamo tutti convinti di guidare una Panda, funzionale ma limitata, mentre in realtà conduciamo una Ferrari Testa Rossa, almeno in potenza.


Per sviluppare la reale mens sana in corpore sano propongo un’alimentazione specifica e personalizzata, affiancata sia da un recupero/potenziamento delle condizioni fisiche da un percorso di crescita interiore che valuta il quadro psico-emotivo iniziale e quello desiderato dal paziente.


Questi obiettivi integrati vengono affrontati con un approccio olistico, basato su quattro pilastri fondamentali:


 
Green Smoothie

Depurazione profonda

Il segreto del procedere è il cominciare [M. Twain]

Come biologa ho sempre cercato di capire i fenomeni che stanno alla base della vita. Affrontare lo studio più specifico della nutrizione è stato per me come capire la trascrizione genica. Per questo motivo i metodi di depurazione, nutrizione naturale, e adattamento dello stile di vita che propongo possono essere considerati come il manuale di istruzioni per dare “carburante pulito” al nostro organismo, e rimane per sempre al paziente quale preziosa risorsa a cui fare riferimento.


Per spiegare le radici profonde della depurazione utilizzo la metafora della casa. Immaginiamo una casa con le zone di transito, ingresso, corridoi e scale e poi le varie stanze. Ora pensiamo alla gestione della spazzatura: se smettessimo di portare le pattumiere fuori ogni giorno, lasciandole all’ingresso, man a mano le zone di passaggio si riempirebbero e inizierebbe l’accumulo nelle varie stanze. In un corpo pieno di tossine succede la stessa cosa: un intestino saturo (zona di transito nutrienti/scarti) significa dunque un intero organismo intossicato (cioè gli organi, tutte le stanze della casa) .


È quindi evidente che ogni tipo di terapia rigenerativa si basa sulla pulizia intestinale e il drenaggio delle tossine accumulate nei tessuti che compongono i vari organi del corpo. I metodi prescritti sono altamente personali, in quanto ognuno di noi presenta una stato diverso e unico di accumulo delle scorie. Ed è altrettanto specifica la risposta alla depurazione, poiché le tossine rimosse dai vari distretti potrebbero dare una serie di disagi prima di essere eliminate dagli organi escretori.


Perciò si sconsiglia vivamente di tentare terapie radicali col fai-da-te, potrebbe essere anche pericoloso, a seconda del grado di saturazione delle tossine in circolo. La supervisione esperta è sempre la migliore garanzia di successo.

 
Healthy Morning

Alimentazione a base vegetale

Le ricerche scientifiche in materia di nutrizione si sono intensificate particolarmente negli ultimi dieci anni, anche se centri di cura e benessere olistico in tutto il mondo applicano da tempo memore gli stessi concetti che la scienza ufficiale sta pubblicando oggi.

 

Ciò che appare incontestabile è che un’alimentazione a base vegetale prevalente e correttamente bilanciata, fornisce tutti i nutrienti necessari ad ogni fase della vita umana. Anche (e soprattutto) in caso di patologie è possibile formulare dei piani alimentari ad hoc che favoriscono le capacità di auto-guarigione del corpo e massimizzano l’efficacia di eventuali terapie.

Cosa intendo per "base vegetale prevalente": parliamo di frutta e verdura ma ovviamente anche di cereali integrali, legumi, tuberi e radici. L'accompagnamento di prodotti animali o di origine animale è una scelta personale del paziente ma anche in questo caso la quantità e la qualità di questi prodotti viene bilanciata e rivisitata secondo le necessità nutrizionali specifiche.

 

Non dimentichiamo che le grandi malattie dei nostri secoli, tipiche patologie da "eccesso", che stanno mietendo vittime con proporzioni pandemiche. Se parliamo anche solo di malattie cardiovascolari, cancro e diabete raggiungiamo cifre da brivido e la loro espansione nell’immediato futuro fa ancora più impallidire.

 

La cosa più sconvolgente è che tutte hanno una radice comune inconfutabile: alimentazione errata e stile di vita malsano. Non sono dunque problemi genetici (ascrivibili ad una bassa percentuale delle concause) ma cattive scelte, a volte già consapevoli, ma troppo spesso sottovalutate.

 

Il problema è che ci siamo abituati a credere che la malattia sia normale e inevitabile, e che la morte per sola vecchiaia sia pura utopia.

 

Inoltre non dimentichiamo lo sfacelo ecologico che la produzione di mangimi animali e l’allevamento del bestiame stesso stanno causando. Lo dicono l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura). Scegliere come alimentarsi è una questione etica, che decide la sorte della nostra vita e di quella del pianeta. Preferire alimenti di altissima qualità e limitarne consumo, fa bene a noi e alla Terra.

Comprendere che salute o malattia sono in prevalenza una scelta, e non una sfortuna, ribalta la concezione che abbiamo della vita e della sofferenza. Ma questo dovrebbe confortarci: se la responsabilità è nostra significa che possiamo cambiare rotta e rimescolare le carte in tavola. In fondo rinnovare i nostri piatti non significa privarci totalmente dei nostri cibi preferiti: l’eccezione sarà gustata a fondo e la regola ci permetterà di smaltirla!

 

Rivisitare il menù e rimodellare il nostro stile di vita a volte non è immediato. Cambiare mentalità, gusto e abitudini non è per tutti, non con la stessa velocità. Ma alla lunga ne guadagna il benessere. È tutta una questione di priorità: se per te la salute è tutto, tutto cambierà per la salute. Non c’è tradizione o cultura che tenga, ognuno di noi è libero di decidere il suo modo di vivere (e di morire).

 

Per rendere il tuo impegno proficuo evita il fai-da-te. La nostra collaborazione sarà il miglior alleato al tuo programma di rigenerazione: il mio aiuto renderà piacevole il cambiamento, agevole la transizione ed efficace ogni tuo sforzo.

 

Qualcosa ancora non ti convince? Lascia parlare i fatti, se sei interessato ho tante letture da suggerirti, le pubblicazioni scientifiche e le testimonianze dirette te lo dimostreranno!

Basta documentarsi, la consapevolezza è anzitutto informazione.

 
Yoga a casa
Rimedii alle erbe
medicina naturale

Fiori di Bach e Yoga

La medicina olistica riconosce che esiste una radice emotiva alla base delle manifestazioni psicosomatiche, percui tratta ogni individuo nella sua globalità, a partire dal suo vissuto unico e dai traumi che da esso derivano. I blocchi che si sono formati nell’inconscio hanno ricadute sia sul piano razionale (conscio), sia sul piano prettamente fisico, ma è dall’inconscio che si parte per sviscerare le cause reali dei disturbi ormai evidenti a livello somatico, il livello degli effetti.


Una speciale attenzione agli atteggiamenti con cui viviamo ci porta dunque ad acquisire consapevolezza di comportamenti e disagi per permetterci di affrontare le problematiche che essi nascondono. Essere aperti a nuove prospettive è fondamentale per imparare ad ascoltare i segnali del corpo e iniziare a connetterci più profondamente con esso e coi messaggi che ci invia.


I due approcci integrati che utilizzo coi miei pazienti sono i Fiori di Bach e la pratica millenaria dello Yoga. I Fiori di Bach sono rimedi di fitoterapia che costituiscono uno strumento efficacissimo per comprendere e gestire le emozioni, che sono di fatto le “parole” dell’inconscio. Lo yoga parte dalla base fisica e dunque tangibile del nostro essere, mettendo in contatto il nostro lato materiale con quello della consapevolezza mentale.


Insieme lavorano in perfetta sinergia!